Mario Schifano – Orizzonte nr.2

La Galleria Alessandro Bagnai ha il piacere di annunciare la mostra di Mario Schifano (Homs, Libia, 1934 – Roma, Italia, 1998), seconda di “Orizzonte”, ciclo espositivo curato da Lorand Hegyi, che si prefigge di portare all’attenzione del pubblico alcune grandi figure della storia dell’arte degli ultimi decenni, che possano ancora essere un punto di riferimento per l’arte delle nuove generazioni.

La prima mostra di questo ciclo (Aprile-Giugno 2012) è stata dedicata ad uno dei fondatori del Gruppo Zero, il tedesco Günther Uecker (Wendorf, Germania, 1939).In quella occasione, oltre alla proiezione di un film documentario di Michael Kluth sulla storia dell’artista, Uecker aveva esposto alcune opere storiche e aveva anche realizzato una serie di nuovi lavori appositamente per la galleria.

La mostra dedicata a Schifano, scomparso nel 1998, nasce dalla volontà di Alessandro Bagnai di rendere omaggio ad un pittore verso il quale, più con lo spirito del collezionista che del gallerista, ha sempre sentito una passionale attrazione. 
La galleria non intende presentare il complesso universo di questo celebre artista, né vuole ripercorrere la sua storia in maniera esaustiva. Grandi e belle mostre hanno tentato di farlo e altre ancora dovranno cercare di rappresentare la complessa e ricca umanità della sua figura. 
La scelta delle opere nasce quindi, prima di tutto, dalla collezione del gallerista e, anche se solo con una selezione, rappresenta vari momenti storici dell’artista. Non solo i primi sessanta, considerati gli anni importanti, ma anche i successivi anni ’70, ’80 e ’90, volendo quindi porre l’accento sulla straordinaria capacità di Schifano di essere pittore, di rinascere sempre, con lo scatto del genio, in modo diverso; da non poter essere così facilmente incasellato, classificato e racchiuso in uno solo dei suoi numerosi periodi.

Per l’occasione sarà pubblicato Il secondo volume di “Orizzonte” che conterrà un saggio di Lorand Hegyi, attualmente direttore del Museo di Saint-Étienne, Francia.